In order to view this object you need Flash Player 9+ support!

Get Adobe Flash player

Powered by RS Web Solutions

Il computer fa i capricci: a chi mi rivolgo?

Questo è il titolo del servizio andato in onda venerdì 19 ottobre 2012 alla RSI, nel famoso programma Pattichiari .
Otto computer identici, con garanzia scaduta, stesso difetto, otto negozi, grandi e piccoli. Solo due hanno trovato il guasto, ad un prezzo adeguato (40 e 50 CHF). Gli altri sei no. Qualcuno ha rinunciato alla riparazione senza chiedere nulla in cambio, altri hanno ipotizzato guasti inesistenti (alla motherboard o dicendo che il disco era privo di sistema operativo). Qualcuno ha reagito positivamente trovando il guasto in un'ora, altri non lo hanno trovato in 28 giorni. Un negozio dopo una settimana ha dichiarato che non poteva riparare computer DELL e non ha fatto pagare nulla. Altri hanno eseguito operazioni costose ed inutili, installando un nuovo sistema operativo.

CIL non ha fatto parte del test (non ha abbiamo un negozio ed interviamo principalmente a domicilio) e quindi non è stato toccato direttamente, in modo positivo o negativo dal test. Abbiamo tuttavia qualche cosa da dire sulla validità del confronto. Il problema è controverso perchè da un lato un problema semplice e banale sarebbe facilmente risolvibile e alla fine avremmo solo la possibilità di verificare il costo dei vari interventi. Un problema troppo difficile (o impossibile) invece dà la possibilità di verificare la reale competenza ed il metodo usato in fase diagnostica. Qui va detto che il problema era annidato in un particolare BIOS, quello del computer DELL usato per il test, che si comporta in modo molto diverso dai BIOS piu' seri e professionali usati nei computer anche non recenti. Un BIOS serio (e su quello di DELL avanzo molti dubbi) in caso di un solo HD nel PC lo riscopre e lo abilita automaticamente. Possono succedere problemi solo in casi di due dischi fissi, uno solo dei quali con il sistema operativo e collegato come secondario. In questo caso può succedere che dopo uno stress (sbalzi di tensione, batteria interna esurita o temperature elevate) il BIOS perda i dati sulla priorità del BOOT e cerchi di far partire il sistema operativo dal disco che ne è privo. Queste cose possono succedere  sono già parte dell'esperienza di CIL (anche recentemente e su dispositivi moderni dotati di SSD) e quindi non ci sono dubbi che a fronte di un messaggio che suggerisce di entrare nel BIOS, noi lo avremmo fatto. L'alternativa è indagare sul  disco: funziona o non funziona? Contiene dati ed un Sistema Operativo? Ci sono dati da salvare? Tutte attività abbastanza impegnative per cui è meglio prima indagare sul BIOS (implicato nell'accensione del PC) e poi seguire piste diverse. Poiché il probelma era effettivamente nel BIOS, bastava cercare di capire come funzionava questo BIOS un po' esotico per risolvere il problema. Da 10 1 30 minuti al massimo.

Tutto bene o tutto male, quindi? Tutti i negozi oggetto dell'esame risolvono giornalmente decine e decine di problemi e lo fanno - aloro merito- in modo positivo. Il guasto allora era un tranello, come qualcuno ha affermato? Non credo. Ci vuole esperienze e ci vuole metodo. Nel caso di CIL l'esperienza esiste (siamo nel ramo dal 1978, quando ancora non esistevano i Personal Computer) e questa ha col tempo generato il metodo. Proprio perché il caso ci è già successo più volte avremmo individuato e risolto il problema. Ma perché 6 negozi su 10 hanno mancato l'obiettivo? Questa è la riflessione da fare a livello generale. Da un lato nell'informatica non si smette mai di imparare e questa se vogliamo è la cosa più piacevole della provessione, per chi la vive come continuo arricchimento e continua sfida. Dall'altro è sotto gli occhi di tutti che il personale piu' "anziano" e dotato di esperienza viene spesso espulso dalle aziende a favore di giovani che costano meno (stipendio e secondo pialastro) e magari sono formati sulle ultime cose ma non hanno lo spessore necessario di conoscenza ed esperienza. Oggi le aziende informatiche non assumono piu' persone sopra i 40-35 anni e nei negozi chi ci ha provato ci riferisce di un limite di 35 anni. E questi sono i risultati. In secondo luogo ogni computer fuori garanzia necessita di un intervento che definirei "artigiano", Si deve procedere coi piedi di piombo perché anche se commercialmente non vale quasi nulla, per il proprietario i dati contenuti sono importantissimi e superano il valore commerciale della "ferraglia". È questa dimensione che forse manca alle grandi catene ed è invece presente nelle piccole attività (microimprese) ed imprese individuali come CIL.

Ultimo aggiornamento (Domenica 21 Ottobre 2012 13:50)

 

Utime notizie da CIL

CIL è su Facebook
CIL è partner di Azienda CRM
CIL è partner Swisscom PMI
Sondaggi
Come gestire, nel 2011, il PC che ho?
 
Statistiche Server CIL
OS : Linux w
PHP : 5.4.16
MySQL : 5.7.14
Ora : 14:43
Caching : Disattivato
GZIP : Disattivato
Utenti : 3565
Contenuti : 44
Tot. visite contenuti : 294777
Cerca ...
JoomlaStats Attivate
Novità CIL RSS Feed

Attualità dal nostro sito

Tutte le novità Tutte le novità